PRESS

01/07/2011 - STEFANO BONAZZI - La manipolazione dell’immagine: effetti onirici ed estetizzanti

Stefano Bonazzi è l’artista del mese di Luglio dell’Associazione ArtGallery.

Stefano Bonazzi nasce a Ferrara (FE) nel 1983.

L’arte di Stefano Bonazzi si muove liberamente tra il visionario e il surreale. Nelle sue opere si mescolano atmosfere magrittiane a scenari lynchiani, sensazioni elegantemente oniriche ad un immaginario che evoca e ci catapulta direttamente nel Regno di Oz: opere ricche di spunti immaginativi e di emozioni.

Nell’arte di Bonazzi l’utilizzo trasversale di tecniche e media diversi consente all’artista di ottenere risultati disorientanti ma contemporaneamente altamente puri e ricercati. Nelle sue composizioni digitali tutto è teso a comunicare una pittoresca visione a tinte essenziali e ridotte.

“Surreale e onirico è il mondo di Stefano Bonazzi. Il giovane artista di Ferrara mette in scena favole dark, ciniche e disilluse. I suoi mondi visionari non lasciano spazio a nessun happy ending, destabilizzano, inquietano.
Sono bad dreams perché raccontano l’incerto, il disagio contemporaneo. E questa visione disincantata dei nostri giorni si riversa sulle sue elaborazioni digitali, squisitamente pittoriche e dolcemente alluci­nogene.
L’opera “A bad dream” riassume in maniera esaustiva il suo immaginario poetico: personaggi (o presen­ze?) angoscianti, prospettive deformate, cromie cupe, storia scevra da ogni logica e da qualsiasi lieto o infausta fine che sia. Un rebus onirico in cui l’irrealtà si presenta come reale e dove la fantasia non è poi così lontana dalla realtà.”

Vanessa Viscogliosi

 

via orseolo, 3 20144 Milano | T. 0258102678 | F. 0245496724 | C.F. 97504960150 | info@associazioneartgallery.org
© Copyright Associazione Artgallery 2009 - 2012 - Tutti i diritti riservati